Heidegger a Marburgo… e non solo

Si tratta del corso del semestre invernale 1923-24, tenuto a Marburgo, nel quale Heidegger formula l’abbandono del metodo fenomenologico husserliano. Si tratta di una minuziosa discussione condotta sul filo del confronto con la tradizione cartesiana di cui Husserl sarebbe uno degli ultimi rappresentanti. Il taccuino della trascrizione dei corsi è in mano, tra gli altri, al giovane Herbert Marcuse.

Qui l’articolo apparso su “Avvenire” di ieri 2 novembre 2018.